Animaniacs

Da WikiFur.
Logo del titolo.

Animaniacs è una serie televisiva d'animazione statunitense prdotta dalla Amblin Entertainment di Steven Spielberg, insieme alla Warner Bros Animation.
La serie andò in onda dal 1993 al 1998 sui canali americani di ABC e Kids' WB per un totale di 99 episodi; in Italia, la serie è stata trasmessa su Cartoon Network e sulle reti RAI.

E' famosa per essere una serie dall'umorismo basato su satira e giochi di parole, e pur essendo mirato ad un pubblico di bambini, è riuscito ad intrattenere anche adulti. Per questo, e per alcuni personaggi del cast, nella sottocultura furry è uno show molto amato. Lo show presenta con forte prevalenza personaggi antropomorfi di moltissime specie, da scoiattoli a visoni, lupi, rinoceronti, giraffe e tanti altri.

Nel 2000, ha ricevuto il premio "Miglior Serie Animata" dall'Ursa Major Awards.

Trama Generale[modifica]

L'idea alla base del programma è la seguente: Yakko, Wakko e Dot Warner sono i tre Fratelli Warner, personaggi a cartoni animati creati (nella finzione dello show) tra il 1929 e il 1930 negli studios della Warner Bros.; sono tre diavoletti scatenati in grado di sconvolgere la vita di chiunque con la loro scanzonata follia.
I loro corti animati furono sepolti e dimenticati in qualche magazzino degli studios, in quanto giudicati troppo assurdi e surreali, e gli stessi Fratelli Warner vennero catturati e rinchiusi nella torre dell'acquedotto degli studios, a Burbank in California dopo aver causato troppi guai. Yakko, Wakko e Dot trascorsero decenni lontani da tutti, almeno fino ai primi anni '90, quando decisero di liberarsi dalla loro prigione, dando il via alle avventure.

Ogni episodio di Animaniacs consiste solitamente di tre brevi segmenti, incentrati sulle loro avventure e dei tanti altri personaggi di contorno apparsi nel corso della serie, uniti da brevi spezzoni di raccordo. Lo stile della serie può essere definito come "varietà" in quanto vi sono sketch più o meno demenziali, parodie di altri spettacoli e film, riferimenti alla cultura pop, stravolgimenti di importanti avvenimenti storici, numerose parti musicali, ma anche segmenti educativi, su argomenti quali matematica, storia o geografia, ma sempre in chiave umoristica.

Lo stile grafico della serie è molto più fumettistico rispetto agli altri lavori della Warner, ed è ispirato ai cartoni animati di Chuck Jones e Tex Avery. Lo stile mischia uno slapstick molto spinto con uno stile parodico-caricaturale. La realizzazione dei vari episodi è stata suddivisa fra i vari studi di animazione di tutto il mondo. Per una serie TV, il grado della grafica e delle animazioni è molto elevato: il disegno è estremamente curato e fluido, i personaggi assai dinamici, i fondali molto dettagliati, fattori che portano ad alti livelli la vena slapstick.

Personaggi ricorrenti[modifica]

  • Yakko, Wakko e Dot: tre funny animal antropomorfi di specie sconosciuta, con caratteristiche di cani, gatti ed altri animali. Sono simili nel loro aspetto, in quanto hanno tutti e tre la pelliccia bianca e nera e piccoli occhi, ma si distinguono per statura, vestiario e carattere: Yakko è il fratello maggiore che indossa un paio di pantaloni beige; Wakko è il fratello minore, con indosso una maglietta azzurra ed un cappellino rosso; Dot è l'unica ragazza del gruppo ed indossa un gonnellino rosa.
  • Mignolo e Prof: due topi bianchi da laboratorio che a seguito di un esperimento malriuscito si sono sovrasviluppati geneticamente ed hanno acquisito caratteristiche umane; Prof è diventato un topo tarchiato e macrocefalo, vero e proprio genio del male, Mignolo invece si è trasformato in un topo spilungone ma stupido ed inetto fino all'inverosimile. Tutti i loro segmenti sono incentrati sugli incredibili piani escogitati da Prof. per conquistare il mondo, destinati sempre a fallire clamorosamente a causa dell'idiozia di Mignolo o per fattori imprevedibili.
  • I Picciotti: tre sfortunati piccioni feral italo-americani, Bobby, Pesto e Squit, le cui avventure sono parodie di celebri film di mafia e non solo. Bobby, il più alto, è il capo, Pesto, il più basso, è il più litigioso e se la prende sempre con Squit, che è il più debole e ingenuo. Il loro boss è un anziano piccione obeso, parodia di Don Vito Corleone (Don Picciotto), che biascica frasi in un siciliano incomprensibile, che solo Bobby riesce a comprendere.
  • Rita e Runt: Una coppia formata da una gatta sveglia, impertinente e smaliziata e un grosso cane simpatico ma tonto. Runt, come tanti altri cani stereotipati, odia i gatti, ma non si accorge che anche Rita lo è. Dopo essere fuggiti da un canile, i due decidono di viaggiare assieme alla ricerca di un padrone disposto ad adottarli. I loro segmenti sono musicali e a volte fanno la parodia di celebri musical; Rita infatti canta spesso, sfoggiando le canzoni più complesse del vasto repertorio della serie, mentre Runt, con le sue gag, rappresenta il lato umoristico del duo.
  • Vera Peste: è un'attrice di cartoon andata in pensione, una scoiattola anziana, acida e sarcastica che ora vive una vita isolata ma non tanto tranquilla assieme al nipotino Cocco, suo grande ammiratore. Data la sua esperienza come attrice, Vera sa bene che la TV è tutta una montatura e non perde mai l'occasione di criticare gli show televisivi. Porta sempre con sé una borsetta dalla quale estrae esplosivi che lancia al malcapitato di turno.
  • Minerva Mink: una femmina di visone dalle sembianze antropomorfe. Il suo sex appeal è tale da mandare in visibilio qualsiasi creatura maschile nelle vicinanze, tuttavia lei stessa è alla ricerca del ragazzo dei sogni per poi avere le stesse reazioni quando finalmente lo incontra e puntualmente si ritrova scaricata.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]