Balto 2: Il Mistero Del Lupo

Da WikiFur.
Copertina del DVD italiano.

Balto - Il mistero del lupo (titolo originale: Balto 2: Wolf Quest) è un lungometraggio animato prodotto dalla compagnia statunitense Universal Studios nel 2002, sequel diretto di Balto, e distribuito esclusivamente in VHS e DVD.

La trama vede come protagonista l'omonimo husky realmente esistito (che nel film è un ibrido cane/lupo), ma il film non ha nulla a che fare con la storia che lo ha reso famoso nel folklore americano. E' seguito, a sua volta, dal lungometraggio Balto 3: Sulle Ali Dell'Avventura.
Nella pellicola appaiono altri personaggi che hanno fatto la loro comparsa nel primo film, come l'husky Jenna e gli orsi polari Muk e Luk.

Trama[modifica]

Nel 1926, Jenna dà alla luce una cucciolata avuta con Balto il quale però è tormentato ultimamente da un sogno, in cui insegue un corvo nella foresta e sul ghiaccio del mare, di cui non comprende il significato. Quando i cuccioli di Balto raggiungono l'età di otto settimane, la padroncina Rosy ed i genitori li portano nel centro di Nome per darli in adozione a nuovi padroni. Tutti i cuccioli vengono adottati tranne una cucciolotta di nome Aleu, l'unica simile al padre, perché è di pelo come lui ed assomiglia ad un lupo. La famiglia decide quindi di tenerla in casa con gli altri due cani.

Passa un anno e, dopo l'incontro con un cacciatore in una sua scampagnata nel bosco, Aleu si rende conto che non verrà mai accettata per la sua somiglianza ad un animale selvatico. Sconvolta, scappa sulle montagne con l'intento di capire le sue origini ed il suo scopo. Balto intanto comincia a credere che il corvo delle sue visioni notturne voglia guidarlo, e si addentra nella foresta seguito dai suoi migliori amici: Boris l'oca selvatica e gli orsi polari Muk e Luk. Dopo poco, Balto ritrova sua figlia e finiscono per caso in un branco di lupi capitanati da un anziano lupo-sciamano Nava.

Nava rivela di essere l'artefice delle visioni di Balto, che lo ha chiamato per ricordargli le sue origini: sua madre infatti era un membro importante di quel branco, che ogni inverno guidava i lupi su un lungo porte di ghiaccio che collega l'Alaska alla Russia, per raggiungere i caribù. Conosciuto per le sue doti da condottiero, Balto è considerato il legittimo successore della madre, nonostante lo scetticismo di Nijo, lupo nero, che vorrebbe essere lui il capo.
La spedizione comincia, ma dopo vari problemi e scontri con il lupo nero Aleu comprende che il condottiero della leggenda del branco è lei in realtà, e non suo padre. Alla fine Aleu, come la sua antenata, si unisce al branco di lupi e ne diventerà il capo, guidandoli saggiamente fino ai caribù, e Balto, felice di vedere che anche la sua ultima figlia ha trovato anche lei una sistemazione, torna a Nome da Jenna.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]


Fmpiccolo.png