Eddy e la banda del sole luminoso

Da WikiFur.
Copertina del DVD italiano.

Eddy e la banda del sole luminoso (titolo originale: Rock-a-Doodle) è un lungometraggio animato di genere musical e avventura diretto da Don Bluth e prodotto dalla compagnia statunitense Goldcrest Films nel 1991. E' vagamente basata sulla commedia teatrale Chantecler di Edmond Rostand e come quest'ultima ha per protagonisti personaggi antropomorfi, in particolare il gallo Chanticleer (chiamato cosi' anche in onore dell'omonimo gallo ne Il romanzo di Renart).
Nel doppiaggio italiano, le parti cantate del protagonista sono interpretate dal cantante Bobby Solo. Il doppiaggio inglese è invece famoso nella cultura internettiana per la frase del co-protagonista Eddy che esclama, al punto della sua trasformazione in un gatto: "Jeepers, I'm all furry!"[1]; la battuta ha acquistato popolarità perchè facilmente confondibile con "I'm a furry", erroneamente associandola quindi ad una consapevolezza della sottocultura furry[2]. La stessa frase è utilizzata come sample nella canzone Jeepers di Renard Queenston[3].

Il film ha raggiunto un punteggio del 25% sul sito di recensioni Rotten Tomatoes, basato sull'esito di 12 articoli[4].

Trama[modifica]

Chanticleer è un giovane e fiero gallo il cui canto risveglia il Sole ogni mattina; o almeno questo è ciò che gli animali della fattoria credono. Un giorno, il gallo viene sfidato da un suo simile, inviato dal Gran Gufo Tenebroso, duca delle creature della notte. Chanticleer vince la sfida, ma nella foga si dimentica di cantare; e così tutta la fattoria osserva il sole sorgere senza aiuti. Chanticleer viene quindi schernito e bandito dai suoi vecchi amici; ma si tratta di un grave errore. Da allora, il sole non sorge più: e sulle ali di una perenne tempesta, giungono le creature del Gran Gufo.

La storia si rivela essere una favola che il piccolo Eddy, un ragazzino, sta ascoltando dalla madre. La fattoria della famiglia rischia di essere distrutta da un uragano. Quando la donna esce ad aiutare gli altri familiari, Eddy invoca il ritorno di Chanticleer. Ma a comparire è il Gran Gufo, che irato dalla sua interferenza, sfrutta il suo magico respiro per trasformare il bimbo in un gattino.

Catapultato ormai nel mondo della favola, il piccolo parte con un gruppo di animali suoi amici alla ricerca del gallo esiliato, ma Chanticleer è diventato famoso ed è circondato da un ambiente losco e pericoloso; si trova ora in città, e i ragazzi devono raggiungerlo superando ostacoli ed imboscate da parte delle creature della notte. Alla fine, per puro caso, Eddy e gli animali della fattoria trovano l'immagine di Chanticleer su una discoteca che lo dipinge come una celebrità della musica rock, ma dovranno fare i conti con un altro personaggio che tiene Chanticleer nella sua morsa: Pinkie, una volpe grassa, ricca e molto astuta fissata con il golf che, oltre ad essere il proprietario del locale dove Chanticleer si esibisce, si rivela anche un alleato del Gran Gufo. All'interno del locale Chanticleer si innamora di Goldie, una fagiana all'inizio anch'essa creatura della notte, poi addolcita dall'amore.

Personaggi[modifica]

  • Chanticleer: Il protagonista della storia, è il gallo cantante della fattoria dall'ugola d'oro, ma dopo aver visto il Sole sorgere anche senza il suo canto (in realtà un incantesimo del Gran Gufo), si allontana dalla fattoria, oramai considerato un impostore e va a vivere in città, dove diventa una vera e propria star, simile a Elvis Presley, e tutti lo chiamano Il Re. S'innamorerà della bella corista Goldie e, grazie al sostegno dei suoi amici, che si pentono di averlo scacciato, capirà qual è il suo posto nella vita. E' forte, coraggioso e molto fiero.
  • Eddy: Il secondo protagonista della storia, è un bambino di dieci anni sveglio ed intraprendente che viene trasformato in un gatto dal Gran Gufo per essere mangiato e impedirgli di andare a cercare Chanticleer, ma Patou lo salva e i due, insieme a Spillo e Piperita, vanno in città a cercare Chanticleer. Verso la fine della storia, Eddy imparerà a vincere le proprie paure e ritorna bambino.
  • Patou: Un vecchio cane buono e saggio che funge spesso da supporto per Eddy, data la sua esperienza. È anche il narratore della storia. Indossa un paio di scarpe che sembra del tutto incapace di allaciare.
  • Spillo: Una gazza ladra maschio. È un gran chiaccherone, simpatico, goloso e soffre di claustrofobia. Desidera molto andare in città, ed è per questo che parte per la missione di recupero di Chanticleer. Ha un pessimo rapporto con Piperita.
  • Piperita: Una topolina dalla pelliccia bianca. È intelligente, dinamica, estroversa, ha un pessimo rapporto con Spillo ed è molto legata ad Eddy e Patou. Parla con una forte R moscia.
  • Il Gran Gufo (Grand Duke of Owls): L'antagonista principale della storia. È il gran duca dei gufi, crudele, pomposo, raffinato e amante del buio, per questo cerca di liberarsi di Chanticleer. Pare essere una sorta di mago, potendo usufruire di poteri magici tramite il suo soffio.
  • Pinkie: Il secondo antagonista della storia. È una volpe rossa maschio, grasso, arrogante e senza scrupoli; è il manager di Chanticleer, ma in realtà è un alleato del Gran Gufo e usa il gallo per far soldi. E solito fare delle sfrontate avances a Goldie con la proposta di farla safondare nel mondo dello spettacolo, terrorizzandola ogni volta.
  • Strazio (Hunch): il nipotino del Gran Gufo. Dovrebbe essere un antagonista della storia, ma è talmente goffo e stupido da essere considerato un personaggio comico (lo stesso Patou dice che "più che malvagio è imbecille"). Fa sempre infuriare il Gran Gufo; soprattutto quando lo chiama confidenzialmente "zietto" e non "Duca", come vorrebbe invece appunto il Gran Gufo; tanto che quest'ultimo si domanda se "uccidere suo nipote sia un delitto o un'opera buona". È fissato con le parole che finiscono in -zione (anticipazione, eliminazione ecc...).
  • Goldie Phaesant: Una bellissima fagiana. Lavora per Pinkie come corista, ma si considera troppo brava per il coro. S'innamorerà di Chanticleer e lo aiuterà a salvare i suoi amici da Pinkie e il Gran Gufo. Malgrado possa sembreare una ragazza vanitosa, superficiale e materialista; è in realtà una persona dolce, molto sensibile e con un gran cuore.

Curiosità[modifica]

  • Alla fine della scena iniziale, durante la quale viene cantata Sorgerai, Chanticleer fa un duetto (chitarra e banjo) con uno scoiattolo seduto su una sedia a dondolo. Questa scena riprende quella del film drammatico Un tranquillo week-end di paura, diretto nel 1972 da John Boorman.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]

Referenze[modifica]

  1. Puo' essere tradotto in "Caspita, sono tutto peloso!".
  2. Rock-a-Doodle su Channel Awesome, con enfasi sulla battuta.
  3. Jeepers, Renard Queenston.
  4. Rock-a-Doodle su Rotten Tomatoes.