Garfield (personaggio)

Da WikiFur.
Garfield ed il suo amico, il cane Odie.

Garfield è un personaggio fittizio protagonista di strisce umoristiche, creato nel 1978 dal fumettista statunitense Jim Davis. In seguito, il personaggio di Garfield è stato riadattato per apparire in vari media, tra i quali cartoni animati, film in live action, videogiochi e merchandise vario. Detiene dal 2001 il primato come striscia a fumetti più pubblicata al mondo.

Fisionomia[modifica]

Garfield è un gatto antropomorfo dall'anatomia funny animal e dalla postura plantigrade: ha la pelliccia arancione con strisce nere su testa, schiena e coda. Ha un muso giallo e due grandi occhi; sebbene nel fumetto gli iridi non siano visibili, gli adattamenti cinematografici mostrano il gatto con gli occhi verdi. Si presenta come un gatto sovrappeso, pigro ed ingordo. E' inoltre cinico e non perde mai occasione di sfruttare il suo inetto padrone, Jon Arbuckle ed il suo altro animale domestico, il cane Odie, per i propri scopi. L'attività principale di Garfield, oltre a mangiare e dormire, è osservare Jon e Odie commentando sarcasticamente le loro azioni quotidiane.

Storia[modifica]

Garfield vide la luce negli anni '70 quando il suo creatore, Jim Davis, che fino ad allora aveva lavorato ad una striscia umoristica con insetti protagonisti, invio' le prime strip al giornale United Feature, che proprio in quel periodo era intenzionata a produrre una strip con protagonista un gatto. Da li' Garfield passo' anche su testate piu' importanti, come il Chicago Tribune e il New York News.
La prima rivista italiana a pubblicare le strisce di Garfield è stata Eureka nel 1981.

Adattamenti[modifica]

Il primo adattamento in versione animata di Garfield fu la serie a puntate intitolata Garfield e i suoi amici, realizzata dalla CBS nel 1988; il cartone è stato trasmesso in Italia nel 1994. Un'altra serie, questa volta in computer grafica, è uscita nel 2003 intitolata The Garfield Show ed è dedicata ad un pubblico piu'infantile.

Gli adattamenti cinematografici a tecnica mista sono invece i due lungometraggi Garfield - Il film (2004) e Garfield 2 (2006).

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]