Jurassic Park (libro)

Da WikiFur.
Copertina del libro.
Se ti riferisci al film della Universal Studios, consulta la voce Jurassic Park (film).

Jurassic Park è un romanzo fantascientifico scritto dall'autore statunitense Michael Crichton e pubblicato a partire dal 1990; sebbene presenti come protagonisti dei personaggi umani, ha come ambientazione principale una serie di isole abitate da varie razze di dinosauri feral riportati in vita dall'uomo dopo vari esperimenti di bioingegneria.
Tale libro, seguito dal suo sequel diretto Il mondo perduto del 1995, è stato fonte d'ispirazione principale per il regista Steven Spielberg, che ne creò a partire dal 1993 una serie di lungometraggi cinematografici in live action.

Generando un successo internazionale, la serie di libri e di film di Jurassic Park ha, nel corso degli anni, generato un franchise multi-milionario attualmente ancora in vigore e posseduto dalla compagnia cinematografica Universal Studios, che ne ha distribuito anche una serie videoludica, fumettistica, varie linee di oggettistica e giocattoli e trasposto l'ambientazione principale in una serie di attrazioni per il suo omonimo parco a tema.
Data la stragrande presenza di varie razze di dinosauri, il franchise è conosciuto e apprezzato anche all'interno della sottocultura furry, in particolar modo dai furry fans amanti dei personaggi dinosauri o rettili, anche se le opere principali non sono direttamente collegate al fandom.

Trama[modifica]

Un vecchio miliardario di nome John Hammon decide di costruire un parco divertimenti in cui far rivivere un ecosistema ormai perduto da 65 milioni di anni. Grazie al progresso dell’ingegneria genetica nel Jurassic Park vedono la luce i magnifici animali preistorici, in un habitat ricreato appositamente in un isola (Isla Nublar) al largo della Costa Rica. Il matematico Ian Malcolm, il paleontologo Alan Grant e molte altre persone vengono invitate ad un primo giro turistico del parco. Tutto sembra bellissimo, finchè gli umani perdono il controllo dei dinosauri presenti sull'isola.

Temi[modifica]

Il romanzo solleva in particolar modo importanti questioni a livello scientifico. Michael Crichton, infatti, presenta l'ingegneria genetica e la pratica della clonazione come elementi dal potere talmente vasto da risultare quasi incontrollabili da parte dell'uomo. Soprattutto - tramite le riflessioni degli scienziati Ian Malcolm e Alan Grant - invita a riflettere sul potere della creazione e sulla questione se sia realmente opportuno sfruttare ogni nuova scoperta effettuata.
Lo spunto iniziale per il romanzo fu fornito a Michael Crichton dal matematico Marvin Minsky durante una passeggiata sul mare, solo che ogni dinosauro era allora concepito come un automa. Crichton sviluppò poi l'idea usando le sue conoscenze biomediche.

L'idea di clonare dinosauri partendo dal DNA conservato nelle zanzare fossilizzate è stata presa in considerazione da molti scienziati, ma oggi tuttavia è ritenuta alquanto improbabile. Per quanto le spiegazioni scientifiche fornite da Crichton nell'opera sembrino plausibili, anche per il fatto che si è documentato ampiamente, non sono da ritenersi del tutto vere. A questo proposito si può ricordare come una delle sequenze genetiche che l'autore mostra nel romanzo, attribuita ad un dinosauro, in realtà è quella di un batterio.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]