Rover e Daisy - Storia di un Cane Innamorato

Da WikiFur.
(Reindirizzamento da Rover Dangerfield)
Locandina del film.

Rover e Daisy - Storia di un Cane Innamorato (titolo originale: Rover Dangerfield, conosciuto in Italia anche solo come Rover e Daisy) è un lungometraggio d'animazione di genere musical e comico prodotto dalla compagnia statunitense Hyperion Animation e distribuito dalla Warner Bros. Animation nel 1991. Ha come protagonista Rover Dangerfield, un cane di razza Beagle semi-antropomorfo e caricaturale, basato sull'aspetto ed il nome del comico americano Rodney Dangerfield, che lo doppia nella versione originale del film ed ha partecipato alla sua produzione e sceneggiatura. Dopo la sua uscita cinematografica, fu distribuito in VHS nel 1992 ed in DVD nel 2010.

La pellicola fu originalmente concepita come un film vietato ai minori di 14 anni sulla falsariga delle produzioni di Ralph Bakshi; l'idea fu tuttavia rifiutata dalla Warner Bros che decise di trasformarlo in un film per un pubblico generale. Ha ricevuto recensioni generalmente negative, totalizzando un punteggio nullo sul sito di recensioni Rotten Tomatoes[1]; il critico Alex Sandell del sito di recensioni Juicy Cerebellum ha citato il film chiamandolo "uno dei peggiori film animati di sempre, anche se si è fan di Dangerfield"[2].

Trama[modifica]

Rover è il cane domestico di Connie, una ballerina di Las Vegas, che gode della bella vita della città giocando d'azzardo e rincorrendo gente od altri cani con il suo miglior amico, Eddie. Una notte, Rover scopre il fidanzato di Connie, Rocky, mentre tratta con alcuni gangsters. Il cane si avvicina, ma disturba Rocky ed i due uomini che decidono di rompere le trattative, credendo che il ragazzo sia un poliziotto in incognito.
Approfittando dell'assenza di Connie, partita per un tour con la sua compagnia, Rocky decide di vendicarsi su Rover chiudendolo in un sacco e gettandolo in un fiume. Rover riesce a salvarsi dall'annegamento e viene ritrovato, ancora svenuto, da due pescatori. Quest'ultimi decidono di portare il cane con sè caricandolo nel camion ma, una volta fermati per rifornimenti ad una stazione di benzina, Rover rinsavisce e decide di tornare a Las Vegas a piedi. Finisce per perdersi e si ritrova in una fattoria, dove Danny, un ragazzino figlio del fattore, convince il padre Cal ad adottare il cane.

Rover ha difficoltà ad integrarsi con gli animali da fattoria, ma con l'aiuto di Daisy, una bella e gentile cagnolina, riesce finalmente ad essere accettato nella campagna. Rover passa il Natale nella fattoria, innamorandosi e venendo ricambiato da Daisy. Una notte, pero', mentre cerca di salvare uno dei tacchini della tenuta da un branco di lupi, Rover viene sorpreso dal fattore con il tacchino morto tra le fauci, sospettando che sia opera sua. Il giorno dopo, Cal porta Rover nella foresta per sopprimerlo, ma viene ancora una volta attaccato dai lupi; Rover riesce a salvare la sua vita e quella del fattore riportandolo a casa, e le sue gesta eroiche finiscono sui giornali locali.

Grazie al giornale, Connie riconosce il suo cane e si dirige alla fattoria per riportarlo a casa; una volta a Las Vegas, Rover si scontra ancora una volta con Rocky che si vede costretto a confessare sia i suoi rapporti con la mala che la "vendetta" presasi sul cane; Connie decide di lasciarlo ed il ragazzo viene cacciato via dallo stesso Rover ed i suoi compagni animali.
Una volta a Las Vegas, pero', Rover comincia ad avere nostalgia di Daisy, diventando depresso. Connie, capendo i sentimenti del suo cane, riporta Rover alla fattoria, dove puo' finalmente ricongiungersi con la sua amata.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]

Referenze[modifica]

  1. Rover Dangerfield su Rotten Tomatoes.
  2. Testo originale: "[...]one of the worst animated films ever, even if you are a fan of Dangerfield."