Stereotipo

Da WikiFur.

Lo stereotipo è la visione semplificata e largamente condivisa su un luogo, un oggetto, un avvenimento o un gruppo riconoscibile di persone accomunate da certe caratteristiche o qualità. Si tratta di un concetto astratto e schematico che può avere un significato neutrale (ad esempio, lo stereotipo del Natale con la neve e il caminetto acceso), positivo (la cucina italiana è la più raffinata del mondo) o negativo (l'associazione tra consumo di droghe e la musica rock) e, in questo caso, rispecchia talvolta l'opinione di un gruppo sociale riguardo ad altri gruppi.
Se usato in senso negativo o pregiudizievole, lo stereotipo è considerato da molti come una credenza indesiderabile che può essere cambiata tramite l'educazione e/o la familiarizzazione.

Impatto sulla sottocultura[modifica]

La sottocultura furry è stata da sempre soggetto di pregiudizi e stereotipizzazione dagli individui non appartenenti o contro di essa; per questo motivo, maggiorparte degli stereotipi che la gente ha dei furry fans e la sottocultura furry in genere è negativa e tratta di alcuni elementi che in realtà vanno a formare solo un piccolo aspetto della community in generale o casi particolari esagerati pero' all'estremo.
La natura varia della sottocultura e le opinioni diverse delle persone al loro interno fa si' che gli stereotipi vengono comunque conosciuti anche ad alcuni gruppi che vorrebbero estinguerli: è il caso dei Burned Furs che ha per anni lavorato all'eliminazione degli elementi che confermavano gli stereotipi negativi all'interno della sottocultura. Altri furry fans, specialmente gli artisti, preferiscono non essere associati alla sottocultura o decidono di perderne i contatti pur di non essere associati a tali stereotipi.

Seppur vero che sia possibile riscontrare tali stereotipi in una piccola parte dei furry fans, basta dare uno sguardo piu' attento ed informato alla sottocultura per capire come la maggiorparte di essi sia esagerata.

La demografica dei membri della sottocultura furry è molto simile a quella degli appassionati di cartoni animati e fumetti o alla cultura nerd in generale; per questo prende anche alcuni elementi dallo stereotipo di quest'ultimi. Tuttavia, essendo l'interesse per gli animali antropomorfi riguardato come "bizzarro" ed inusuale da persone esterne, lo stereotipo del furry fan sembra essere piu' estremo del semplice geek.

La sottocultura stereotipata[modifica]

Secondo lo stereotipo negativo, la sottocultura furry non è una sottocultura "affermata" come quella degli anime o della fantascienza; considerata ancora piu' stramba di queste ultime, viene spesso riferito come una semplice, morbosa parafilia sugli animali antropomorfi in genere, o come una copertura per nascondere le parafilie piu' oscure che i loro membri hanno su tali personaggi.
Si presenta come una sottocultura esclusivamente maschile in quanto le donne sembrano essere inesistenti, e maggiorparte dei membri sono omossessuali, bisessuali od eterosessuali (ma capaci solo di avere rapporti con figure femminili virtuali).

Il furry fan stereotipato[modifica]

Il furry fan medio, secondo lo tereotipo negativo che lo identifica nel termine furfag, è maschio, sovrappeso e per niente attraente; si presenta come omosessuale o bisessuale in quanto non farebbe mai "colpo" su una donna e, essendo la cultura apparentemente priva di esse, si "accontentano" di un partner maschile. Viene avvicinato alla sottocultura perchè estremamente tollerante verso le parafilie dei suoi membri ed usa la copertura degli animali antropomorfi per esternare le proprie passioni sessuali (che in alcuni casi costituirebbero reati puniblili dalla legge come pedofilia o zoofilia). SI sentono contantemente perseguitati dalle altre persone al punto da dover difendere e sbandierare il loro "orgoglio furry" ovunque vadano.
Viene rappresentato come completamente ignorante delle norme igieniche piu' comuni e molto spesso affetto da disturbi mentali (primo fra tutti la sindrome di Asperger) i quali gli impediscono di comportarsi normalmente in gruppo, o con persone nella vita reale. Per questo, preferisce interazioni virtuali. Egomaniaco e misantropico, se inconrato nella vita reale parla morbosamente sul suo maggiore interesse (in molti casi, delle sue parafilie) senza curarsi che il suo interlocutore sia infastidito o meno dal soggetto. I furry fans omosessuali sono tutti affetti da AIDS.
Vengono rappresentati senza lavoro o con un lavoro di poca importanza che non gli permette di vivere indipendentemente; per questo ricorrono a donazioni o prestiti da altri furry fans per pagare commissioni o iscrizioni alle convention.

Non ci sono membri femmina nel fandom; se incontrati online, c'è una grande probabilità che questi siano in realtà uomini che interpretano una donna nella loro identità virtuale. Le rarissime ragazze nel fandom sono rappresentate come sovrappeso o non attraenti esattamente come le loro controparti maschili; sono inoltre lesbiche, femministe e nessuna di loro disegna.

Il furry fan ricorre ai fursuit per molestare altre persone senza essere riconosciuto; i fursuit sono spesso di pessima qualità, sporchi e mal curati.

Gli artisti ed i clienti stereotipati[modifica]

Tutti gli artisti furry fans stereotipati sono autodidatti e le loro capacità artistiche non arriveranno mai allo stesso livello di artisti al di fuori della comunità; per questo, molti dei loro lavori sono copiati, tracciati sopra altri disegni, ed in genere raffigurano solo cio' che è nel loro interesse. Nel caso di artisti che offrono le commissioni, essi devono ricorrere alla rappresentazione di pornografia o parafilie che non gli interessano pur di attrarre clienti; non ci sono artisti furry fans che lavorano seriamente nell'industria dell'arte. Nel caso di offerta di commissione sono conosciuti per racimolare quanti piu' soldi possibile per poi sparire dalla circolazione, non consegnando mai quanto promesso.
Gli artisti furry fans, se famosi, sono sempre accompagnati da uno scandalo che rovina la loro reputazione.

I commissionanti pretendono che l'artista crei disegni personalizzati gratis, o realizzi scene estremamente complesse pagandolo in spiccioli. Come gli artisti, cercano di collezionare piu' arte possibile per poi scomparire per evitare di pagare gli artisti.

I raduni stereotipati[modifica]

Secondo lo stereotipo negativo, tutte le convention di furry fans non sono mai state ben organizzate o divertenti; sono un pretesto per avvicinare furry fans con parafilie simili per esternare le loro fantasie nella vita reale; per questo i partecipanti la frequentano solo nella speranza di avere rapporti sessuali con altre personeo per facile accesso a droghe e alcol. Le convention sono inoltre la causa per cui molti hotel devono chiudere per manutenzione.

Stereotipi tra i membri della sottocultura[modifica]

Esistono altri tropi che i furry fans affibiano ad altri membri della sottocultura; mentre molti di essi rispecchiano gli stereotipi negativi dati dalle persone esterne (ad esempio, i furry fans non interessati all'aspetto sessuale della sottocultura affibiano gli stereotipi classici a quelli che invece hanno interesse in tale aspetto), altri nascono da luoghi comuni conosciuti solo dai furry fans stessi e vengono diffusi all'interno della sottocultura: tali stereotipi, pertanto, non hanno senso per chi non conosce i dettagli della sottocultura furry.

In particolare, i furry fans hanno stereotipi semi-negativi (a volte utilizzati come parodia ed autoironia, poche volte con malizia) per i membri che hanno scelto delle particolari specie animali per i loro fursona, che rispecchiano nella personalità sia del personaggio fittizio che del suo "padrone". I piu' conosciuti sono:

  • I draghi sono pretenziosi, si autodefiniscono migliori degli altri, rari e dotati di superpoteri solo perchè il loro animale è fantastico ed irreale. Sono, tra i furry fans, quelli piu' affetti da disturbi mentali (la schizofrenia è l'esempio piu' comune).
  • I cavalli sono interessati solo alle dimensioni dei propri organi sessuali che vengono rappresentati enormi (anche nelle femmine); i personaggi femmina sono ermafroditi, e tutti sono appassionati di BDSM.
  • Le volpi hanno stereotipi diversi a seconda del sesso; i maschi sono fin troppo comuni, tutti ispirati alla volpe rossa (a causa della fama di Robin Hood), sono tutti omosessuali o bisessuali ed amano essere sottomessi. Le volpi femmine sono l'equivalente dello stereotipo della "donna bionda": belle, promiscue, stupide e senza personalità.
  • I lupi sono esattamente come le volpi maschio: troppo comuni, tutti grigi e creati solo per essere disegnati in immagini pornografiche. A differenza delle volpi pero' coprono quasi sempre un ruolo dominante.
  • I panda minori cercano disperatamente attenzioni.
  • I conigli sono nevrotici e paranoici, anche se amano essere trattati come prede (al punto di supplicare di essere divorati).
  • Gli husky si comportano esattamente come le volpi maschio, ma sono ancora piu' effemminati e sottomessi.
  • I procioni sono scelti solitamente da membri greymuzzle della community; in genere, sono cleptomani e depravati.
  • I gatti sono vanitosi, schizzinosi, pretendono di essere trattati come persone nobili.
  • Gli scoiattoli sono iperattivi e mancano di attenzione.
  • Le iene sono chiassose, sleali, aggressive e pazze.

Vedi anche[modifica]

Link esterni[modifica]