Fursona

Da WikiFur.
Immagine che raccoglie varie forme che un fursona puo' avere: plantigrade, tauro, digitigrade, e feral.

Un fursona, nella sottocultura furry, è un alter ego di ciascun furrista, ovvero una creatura dalle fattezze di un animale antropomorfo che rappresenta l'autore in varie rappresenzationi grafiche o letterarie, e lo distingue quindi dagli altri membri della community.

Molti furristi rappresentano il proprio fursona e quello degli altri in opere d'arte visiva o letteraria, creano un universo completo di altri personaggi e storie che girano attorno al proprio fursona, e alcuni lo usano come modello per il proprio fursuit. I furristi che non disegnano sono soliti chiedere agli artisti delle commissioni, che sono spesso fonte economica di molti artisti che fanno parte della sottocultura.

Il termine, ormai di uso comune nel gergo furry, nasce dal composto apologico dei termini inglesi "Furry" (peloso) e "persona" (inteso come ruolo, interpretazione personaggio e, quindi, da non confondere con il corrispettivo italiano di umano, persona senziente).

Fursona tipici[modifica]

Secondo vari studi[1] le specie di animali piu' utilizzate per i fursona sono le volpi, seguiti dagli husky, lupi, gatti, draghi e altri animali.
La scelta della specie di un fursona è, tuttavia, puramente personale, e chiunque è libero di scegliere di rappresentare sè stesso sia con gli animali piu' comuni (di solito i mammiferi dotati di pelo) che con animali non comuni tra i personaggi della sottocultura (pesci, rettili, uccelli, crostacei, insetti), con ibridazioni di varie specie, con specie fantastiche, e tutto cio' che la propria fantasia desidera.

Il largo uso di canidi ed in particolare di volpi e lupi come base per l'aspetto del proprio fusona ha spinto molto furristi ad aggiungere caratteristiche non tipiche della specie, come ad esempio l'aggiunta di ali su animali tipicamente terrestri o di elementi sovrannaturali quali corna demoniche e altre caratteristiche fantastiche. Sono comuni anche i fursona che hanno colori della pelliccia innaturali, come colori al neon.
Si ricorda, pero', che tali caratteristiche sono presenti anche su specie non comuni.

Forme[modifica]

Una scheda personaggio rappresentante un fusona leopardo.

Un personaggio furry puo' avere una miriade di forme anatomiche differenti, che variano a seconda dello stile, delle prefereze dell'artista e spesso anche dalle specie animali. Prima tra queste è sicuramente la forma tipicamente umanoide, nel quale il personaggio cammina su due zampe, poggiando l'intera pianta del piede a terra (creature plantigradi).
Tra le forme meno comuni ma comunque utilizzate degli animali antropomorfi, possiamo ricordare i feral, che sono personaggi con aspetto tipicamente e correttamente animale, ma che hanno caratteristiche psicologiche e comportamentali umane, come ad esempio l'intelligenza e il linguaggio.
Una forma piu' rara è quella del tauro, che si rifà alla figura mitologia del centauro e ne segue la forma.

Elementi del Fursona[modifica]

L'elemento piu' importante di un Fursona è sicuramente l'aspetto fisico, risultato della mescolanza tra l'essere umano e la specie di cui è composto il personaggio. A seconda dello stile e delle preferenze, un fursona puo' avere varie forme citate prima, vari colori della pelliccia o delle squame (naturali o fantastici), avere o meno i capelli, indossare vestiti e accessori, portare armi e tanto altro.

Certi furristi che creano un universo attorno al proprio fursona (inclusi i fumettisti e gli illustratori) preferiscono creare, oltre ad un profilo fisico, anche un dettagliato profilo psicologico dei propri personaggi ed una biografia, utile per ricordare e far capire agli altri come un personaggio puo' comportarsi in varie situazioni. Nella pratica del gioco di ruolo, una biografia è importante per un fursona (come è importante per qualsiasi gioco di riolo che esista).

Fursona come metafora[modifica]

Un furry personale riflette spesso elementi della vita reale di chi lo interpreta: diventano cio' che un furrista è o indossa realmente, o cio' che un furrista vorrebbe essere. La scelta della specie, per alcuni, è simbolice e li rappresenta in alcuni stereotipi della specie: un furrista con un fursona gatto potrebbe simbolizare la voglia di indipendenza o di pigrizia, così come un coniglio rappresenta sia un carattere difensivo e mite, ma anche molto affettuoso e passionale.

Vedi anche[modifica]

Note[modifica]

  1. Studio e grafici sulle specie di fenotipi piu' utilizzati dai furristi.